Keystone e Grip Racing si dividono le vittorie nel 1° Round di Viverone

Si è conclusa con un grande successo organizzativo il primo appuntamento stagionale del Campionato Endurance Kart Cup, andato in scena sulla pista di Viverone Sabato 27 Maggio. Oltre 100 piloti suddivisi in 23 equipaggi sono stati i protagonisti della gara inaugurale della Serie, che gode del supporto diretto del colosso mondiale del karting CRG. E proprio i kart CRG Centurion sono stati molto prezzati dai piloti, sia per la grande affidabilità (2 soli interventi dell’assistenza in oltre 7 ore di pista), sia per le prestazioni e le sensazioni che hanno trasmesso ai piloti. Promossa anche la macchina organizzativa, che ha ideato un format (caratterizzato dalla Superpole, Sprint Race e Endurance Race) divertente e servizi molto efficienti. Apprezzata dai piloti anche l’attenzione della Direzione gara e l’area snack allestita dal Gruppo Beretta, che seguirà tutte le tappe del Campionato. Ma i veri protagonisti sono stati gli equipaggi presenti, capaci di interpretare al meglio l’evento esaltando lo speaker ufficiale, che ha commentato tantissimi duelli avvincenti e corretti in pista. Dal punto di vista sportivo i successi sono andati a Keystone di Claudio Micelli, Giorgio Rosin, Matteo Rotta e Orlando Sidoti nella Sprint Race da 2 Ore, mentre nella Endurance Race sulla distanza di 4 ore, si è imposto il team Grip Racing di Andrea Grivetti, Piernatale Formini, Umberto Scotti, Marco Aghem e Matteo Meneghello. La Superpole, invece, è stata appannaggio di Matteo Meneghello di Grip Racing in 1’03”111, che ha preceduto Fuma Racing, Nolan, Keystone e Miout Kart Racing. Dopo il 1° appuntamento la classifica provvisoria di campionato vede Keystone al comando con 68 punti, davanti a Grip Racing con 65 lunghezze e Miout Kart Racing con 60. A seguire, 4° posto per Fuma Racing con 53 punti davanti a Nolan e Lhasa – MakeLab, rispettivamente a 50 e 38 lunghezze. Dopo il grande successo del 1° appuntamento, si guarda già alla 2ª prova in programma ad Ala.

SPRINT RACE: Strategia perfetta per Keystone
Nelle prime fasi di gara Nolan e Keystone si sono più volte alternate al comando, ma al primo cambio Keystone ha subito allungato il proprio stint con il Long Run rimanendo da sola al comando davanti a Lhasa – Makelab, che ha seguito la stessa strategia. Grazie a un passo gara eccezionale e cambi perfetti, Keystone è riuscita a consolidare e mantenere fino al traguardo 30” di vantaggio su Nolan di Simone e Alberto De Martini, Chicco Galeazzi e Fabio Pobbiati che, nel finale, è stata beffata da Miout Racing Kart di Marco Strafurini, Michele e Renato Marro per soli 2 decimi in volata. Il podio della 1ª gara stagionale ha così visto sul gradino più alto Keystone, al 2° posto Miout Racing Kart e in 3ª posizione Nolan. A seguire, il team Lhasa – Makelab di Beppe Cannito, Guido Monfrini e Ricky Scotti ha chiuso immediatamente alle spalle di Nolan in volata, così come al fotofinish si è risolto anche il confronto tra Fuma Racing, Grip Racing e Barge.it, terminati al 5°, 6° e 7° posto divisi da soli 3”. In 8ª posizione ha concluso una gara positiva anche QRT, che ha preceduto Casa Bella, mentre Pit Stop ha ottenuto la 10ª posizione davanti alla squadra cugina legata al Gruppo Beretta, Bria Racing. In zona punti hanno chiuso anche l’equipaggio Arbiter capitanato da Alessandro Botré, 12° davanti ad Allianz 1 di Ambrogio Canavesi, a Maxi Cars e Beretta Racing Team.

ENDURANCE RACE: Vittoria a Grip Racing in rimonta
Il Regolamento ha previsto per la partenza della Endurance Race la griglia con l’ordine di arrivo dei top 10 della Sprint Race invertito. Questo punto del regolamento, unito all’obbligo di utilizzare piloti diversi per la Superpole e le due partenze, ha contribuito a vivacizzare le prime fasi di gara della 4 Ore Endurance, con Grip Racing e Fuma Racing che si sono confrontate per la leadership mentre Keystone, Miout Racing Kart e Nolan hanno faticato a recuperare nei primi due turni di guida. Al comando si è presto formato un serpentone con ben 10 squadre una nella scia dell’altra, a conferma del grande equilibrio dei mezzi e del valore dei piloti. A complicare la strategia di Grip Racing e Fuma Racing, però, a metà gara è arrivata per entrambe una penalità: superamento del tempo limite di guida per la 1ª ed errore nell’alloggiamento della zavorra per Fuma Racing. Nel finale, quindi, la lotta per la vittoria sembrava ristretta a Keystone e Miout, con Pit Stop come outsider. Ma grazie proprio alla lotta serrata tra i leader, Grip Racing è riuscita nel finale a raggiungerli nuovamente e nell’ultimo stint di guida a guadagnare il comando conquistando il successo con 9” di vantaggio su Keystone che, solo negli ultimi due giri di gara, ha sferrato il sorpasso decisivo su Miout Kart Racing. Giù dal podio, ma autore di una grande corsa e di una bella rimonta nel finale, al 4° posto ha chiuso Fuma Racing di Simone Fumagalli, Renato Papaleo, Riccardo Cassinelli ed Ezio Ferraro. Ancora molto positivi i piloti di Pit Stop (Mattia Cairoli, Matteo Sassi, Filippo Ponti e Fabio Lombardi), che chiudono in 5ª posizione davanti a Nolan, Lhasa – Makelab, Barge.it, Maxi Cars e Bria Racing, che chiude la top ten. A seguire 11° posto per QRT e ottima 12ª posizione per Aggressive Team, che ha preceduto Casa Bella e Arbiter, attardato da un problema tecnico nel finale. Da segnalare anche l’esperienza positiva del team Monza Marshall, composto dai commissari dell’Autodromo (19° posto per loro) che, per una volta, hanno vestito i panni da pilota. Tra i team debuttanti, esperienza maturata in vista dei prossimi appuntamenti anche per Integer di Cristian Goglio e per il team Sofia, una delle società finanziarie più importanti, che si è misurata in pista con grande partecipazione e passione.

 

Vedi la classifica e scarica i risultati

SHARE